Stefania De Rosa / Solidea

 

Solidea – IDEA SOLIDA
L’infanzia, e soprattutto l’adolescenza sono trascorse amando il
disegno, i colori, la voglia di fare, usando pastelli, pennelli, argilla,
fogli di carta colorata, cercando di creare, con le mani, qualcosa che
servisse a dare risposta alle proprie recondite esigenze creative.
Prima frequentando il liceo artistico e poi, dopo la laurea in
architettura, la “formazione tecnica” è frutto della frequenza a più
corsi di ceramica a Napoli, il più  bello fra tutti quello con
Giampiero.

Tutti i corsi hanno aumentato l’interesse verso
quest’arte. E’ naturale che questi pochi anni non possono aver
esaurito la propria conoscenza del “misterioso e affascinante”
mondo della ceramica, che, al contrario, è ancora tutto da scoprire.

Non solo realizzo oggetti di immediata utilità come ciotole, tazze,
vassoi, ma… certe volte mi soffermo su forme che non hanno altra
pretesa che di esprimere loro stesse, venendo fuori dalla mano
timida che le ha forgiate.

C’è voglia di creare, provare a suggerire una forma alla materia.

La ceramica è dappertutto, in treno, sotto un albero dove le voci, i
suoni, i rumori, gli odori…, fanno scattare dei meccanismi tali che, la
matita scorrendo sul foglio di carta crea dei segni, …. un’IDEA.

Mi accorgo che devo ancora educare le mani affinché quello schizzo sul
foglio di carta diventi FORMA SOLIDA, così come era stato
concepito. Certe volte è molto lontano dalla sua idea di origine,
quasi come se in quell’istante l’anima suggerisca alle mani nuove
probabili soluzioni.

Le mie sono forme semplici, forse un po’ grezze (talvolta puoi leggere
ancora le tracce delle dita che sono rimaste impresse sulla superficie
dell’oggetto). Forme primitive, ma… forse, attraverso quei segni
qualcuno può ripercorrere tutto il tempo e il modo di aver
manipolato l’argilla sotto le mani.
Solidea……… solidea…………. solidea cercava un volto
Solidea……… solidea…………. solidea cercava un volto
Così comincia una canzone degli Estasia (Est, Stasi, Asia)
Solidea……… solidea…………. solidea cercava un volto

allora mi sono chiesta: “Perché non usare questa parola per dare un NOME al mio lavoro, al mio timido tentativo di dare un volto, un’identità alle cose, una FORMA SOLIda all’IDEA?

facebook : Stefania De Rosa (Solidea)

email: stefaniaderosa22@libero.it

blog: isoladiterracotta.blogspot.com

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...